Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità 2023

Il 3 dicembre si celebra in tutto il Mondo la “Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità”.

Questa ricorrenza è stata proclamata dall’Organizzazione delle Nazioni Unite nel 1981, “Anno Internazionale delle Persone Disabili”, un’occasione per riflettere sulle condizioni di vita e di benessere delle persone con disabilità e delle loro famiglie, e portare all’attenzione delle istituzioni e dell’opinione pubblica le criticità che ancora sono presenti nella società.

Ogni anno la “Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità” ha una tematica diversa: per il 2023 il tema proposto è “Uniti nell’azione per salvare e raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per, con e dalle persone con disabilità”.

In occasione del 3 dicembre diverse sono le iniziative e gli eventi che saranno svolti in Italia:

  • Il Ministero della Cultura propone iniziative che saranno organizzate per tutto il mese nei musei e negli altri istituti del MiC per promuovere i valori finalizzati al superamento delle barriere fisiche, cognitive e sensoriali nei luoghi della cultura. Per informazioni sulle date, gli orari e i musei (o istituti) aderenti vi invitiamo a consultare il sito del Ministero della Cultura.
  • Sempre il MiC comunica che le Gallerie dell’Accademia di Venezia saranno aperte gratuitamente al pubblico il 3 dicembre, con l’aggiunta di due iniziative dedicate alle persone con disabilità cognitiva e per i bambini con disabilità cognitiva. Anche in questo caso per ulteriori informazioni vi invitiamo a consultare il sito del Ministero della Cultura.
  • Il Ministero dell'Istruzione e del Merito, in occasione della ricorrenza del 3 dicembre, invita tutte le scuole a porre in essere delle iniziative di sensibilizzazione, per far incontrare attori diversi affinché discutano dei temi relativi alla disabilità, di organizzare forum, discussioni pubbliche e campagne informative con l'obiettivo di trovare nuovi metodi, strumenti, strategie, risorse per favorire l'inclusione e di realizzare azioni concrete che vedano la piena partecipazione delle persone con disabilità.
  • La “Consulta per le persone in difficoltà ODV ETS”, trasmetterà sabato 2 dicembre a partire dalle 9:30 sulla propria pagina Facebook, l’evento chiamato “Agenda della Disabilità”, un progetto promosso dalla CPD in collaborazione con la Fondazione CRT e che sarà da noi sottotitolato in tempo reale. Sempre sulla loro pagina Facebook potrete trovare la conferenza stampa di presentazione della “Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità” che abbiamo avuto l’onore di sottotitolare.
  • Domenica 3 dicembre, sempre la “Consulta per le persone in difficoltà ODV ETS” ha organizzato il concerto “La cultura non è un confine ma un contenitore” che si terrà alle 21 in Via San Massimo 21 (Torino) con la partecipazione di Ivan Dalia, pianista ed intrattenitore cieco, che presenta un percorso storico della melodia italiana, in chiave estremamente ironica. Anche questo evento sarà da noi sottotitolato in tempo reale.
  • La “Festa del Cinema di Roma”, in occasione di questa giornata ha in programma la proiezione del film “Quattro Quinti” alla “Casa del Cinema” alle 20:30, con un’introduzione del regista Stefano Urbanetti. Il film, che vede protagonisti i giocatori di calcio della Asdd Roma 2000 - Sport Disabili Visivi, è disponibile con sottotitoli e audiodescrizione su MovieReading.
  • Il 6 dicembre si terranno anche i “Diversity Day Roma 2023” presso il prestigioso Campus LUISS di Viale Romania, 32 (Roma); si tratta dell’unico evento in presenza, con sottotitoli in tempo reale realizzati da noi, interamente dedicato all’inserimento e all’inclusione lavorativa di persone con disabilità e appartenenti alle categorie protette. Vi invitiamo a consultare il sito web di Diversity Day per avere maggiori informazioni sul programma.

Una menzione speciale non può mancare alla Digital Diversity Week, svoltasi dal 27 novembre al primo dicembre che da quattro edizioni promuove l’inclusione delle persone con disabilità nel mondo del lavoro, e per la quale abbiamo realizzato i sottotitoli in tempo reale dei webinar in programma.

Nell'immagine la locandina del concerto "La cultura non è un confine ma un contenitore"
Nell'immagine la locandina del film "Quattro Quinti"
Nell'immagine, il programma completo dell'evento "Agenda Disabilità" di CPD

 


DIGITAL DIVERSITY WEEK: L’IMPEGNO DELLE AZIENDE PER L’INCLUSIVITÀ

L'inclusività lavorativa delle persone con disabilità è diventata con il tempo un argomento sempre più rilevante nel contesto aziendale, dato che le imprese stanno iniziando a comprendere l'importanza di creare ambienti di lavoro che accolgano e valorizzino le diverse abilità dei dipendenti.

In questo articolo, andremo a esplorare il rapporto che intercorre tra le aziende e l'inclusività delle persone con disabilità, analizzando le sfide che ancora persistono e le migliori pratiche per promuovere un ambiente lavorativo accessibile e rispettoso.

Tra le sfide che le persone con disabilità si trovano a dover affrontare quando si affacciano al mondo del lavoro, possiamo parlare di:

  • Barriere fisiche e digitali, dato che molti luoghi di lavoro non sono ancora completamente accessibili, presentando barriere fisiche che limitano la partecipazione delle persone con disabilità. Allo stesso tempo, sfide digitali possono emergere nel caso di tecnologie e software non progettati per l'accessibilità.
  • Mancanza di consapevolezza e formazione, che può portare a stereotipi e pregiudizi nei confronti delle persone con disabilità. È essenziale sensibilizzare i dipendenti attraverso programmi educativi mirati.
  • Politiche di assunzione e promozione non inclusive, che possono arrivare a limitare le opportunità di carriera delle persone con disabilità.

In questo contesto di difficoltà nell’inserimento lavorativo di persone con disabilità, è doveroso accendere i riflettori su un’iniziativa come la “Digital Diversity Week” (DDW) giunta alla sua quarta edizione.

Nell'immagine è presente la locandina della Digital Diversity Week che si terrà dal 27 novembre al 1°dicembre, raffigurante tre persone, di cui una in sedia a rotelle, intorno a un tavolo

La DDW è un format innovativo che cerca di mettere in contatto la domanda e l’offerta di lavoro tra aziende e persone con disabilità o appartenenti a categorie protette; durante la settimana che va da lunedì 27 novembre a venerdì 1° dicembre sarà possibile assistere, in diretta streaming, a diversi webinar dedicati alle aziende, ai candidati o a entrambi.

Noi di Culturabile siamo felici e onorati di poter dare il nostro contributo ad un evento così importante fornendo il servizio di sottotitolazione in tempo reale di tutti i webinar della settimana, rendendo così gli eventi accessibili a un pubblico maggiore.

Per scoprire il programma completo della DDW vi invitiamo a visitare il sito ufficiale della Digital Diversity Week.

Tra le aziende che hanno già confermato la loro presenza alla DDW è possibile menzionare: ABB, Alfa, Alleanza Assicurazioni, Axera, Banca Popolare di Sondrio, BASF, Bristol Myers Squibb, Berluti, Carrefour, Chiesi, Dedalus, Douglas, Engineering, EssilorLuxottica, Fincantieri, Findomestic, GSE, ITT, KPMG, Lilly, Lynx Group, MBDA, OTB, Pieme, Prelios, PWC, Reply, Salesforce, Sephora, Serco, Sky, TAS e Wurth.

Se volete ulteriori approfondimenti, vi consigliamo di recuperare un nostro articolo con l’intervista realizzata a Daniele Regolo di Seltis Hub (un esperto nel campo dell’inclusività lavorativa) realizzata in occasione della terza edizione della DDW.

Vi aspettiamo numerosi alla DDW!


AUDECON 2023: VEDERE È UNA PAROLA

Quando si parla di audiodescrizione, si fa riferimento all’inserimento di una traccia audio aggiuntiva che viene inserita in modo non invasivo all'interno dei prodotti audiovisivi tra i dialoghi o le pause non pertinenti.

Il suo obiettivo è descrivere dettagli visivi fondamentali, come azioni, ambientazioni, espressioni facciali, costumi, e qualsiasi altro elemento rilevante per comprendere appieno un'opera o un evento.

L’audiodescrizione consente alle persone non vedenti e ipovedenti di poter godere in modo completo e autonomo delle esperienze audiovisive, che altrimenti risulterebbero di difficile fruizione.

Se volete approfondire la tematica dell’audiodescrizione, AUDECON fa per voi; Artis-Project, in collaborazione con CulturAbile e MovieReading organizza la Conferenza Internazionale sull'Audiodescrizione nella suggestiva cornice della Sala Fellini di Cinecittà (RM) il 14 novembre 2023!

(nell'immagine, un giovane uomo seduto in poltrona, con gli occhi chiusi, indossa un paio di cuffie. Attorno a lui, l'atmosfera onirica suggerisce che il giovane sia immerso nell'ascolto e nell'immaginazione. In alto a sinistra nell'immagine, in bianco su sfondo rosso, il logo AUDECON. Accanto al logo, in verticale, la scritta in bianco: audiodescription conference 2023)

UN EVENTO PER OGNI ESIGENZA!

AUDECON è articolato in tre diverse sessioni che daranno la possibilità di affrontare e far conoscere tematiche inerenti al mondo dell’audiodescrizione, mettendo in contatto tutti gli attori più importanti del settore, comprese le persone che usufruiscono di questo strumento:

  • La prima sessione vedrà coinvolti i professori universitari più autorevoli nel settore, andando ad offre un'occasione imperdibile per assistere ai loro interventi e a creare delle connessioni preziose;
  • La seconda sessione riguarda principalmente le associazioni di persone cieche e ipovedenti (in ottemperanza al principio “nulla su di noi, senza di noi”), con interventi di vari esponenti per porre attenzione sul tema dell’accessibilità;
  • La terza sessione sarà incentrata sugli aspetti più tecnici che coinvolgono importanti esponenti della filiera audiovisiva sul tema dell’audiodescrizione; un modo per capire quali le buone prassi, le criticità e le proposte per rendere i prodotti audiovisivi completamente accessibili;

Nel pomeriggio AUDECON offre la possibilità di partecipare all’esclusiva masterclass tenuta da Joel Snyder, il guru indiscusso delle audiodescrizioni a livello mondiale. Un’occasione da non perdere se vuoi ampliare le tue competenze nell’ambito dell’audiodescrizione. Ma c'è di più! Joel Snyder presenterà la versione italiana del suo libro "The Visual Made Verbal", nella traduzione di Saveria Arma, svelando i segreti dietro l'arte di trasformare l'immagine in parole.

(In basso a sinistra, nell'immagine la scritta: MASTERCLASS DI JOEL SNYDER - 14 NOVEMBRE, CINECITTÀ. Lo sfondo dell'immagine è viola, una tonalità più scura accanto a una più chiara; in alto a sinistra, in bianco su sfondo rosso, il logo AUDECON; a destra l'immagine del volto di Joel Snyder, calvo e con barba brizzolata)

COME PARTECIPARE AD AUDECON?

L’accesso alla conferenza è gratuito, ma è necessaria la registrazione tramite Eventbrite.

La masterclass di Joel Snyder prevede il pagamento di diritti di segreteria, con una tariffa standard e una ridotta pensata appositamente per gli studenti.

Anche per questa sessione, la registrazione è obbligatoria per assicurarti un posto in questa esperienza unica!

UN CORNER MOVIEREADING

Durante lo svolgimento di AUDECON, subito prima di entrare nella Sala Fellini, potrete trovare la nostra incredibile postazione, la “Zona MovieReading”, dove avrete l'opportunità di vivere in prima persona l'emozione di ascoltare un'audiodescrizione direttamente dalla nostra applicazione in modo da capire quanto è facile utilizzarla!

RESTA INFORMATO E CONNESSO

Per non perderti nessuna informazione su AUDECON, non dimenticare di seguire il sito ufficiale e i profili social su Instagram e Facebook.

Per ulteriori informazioni sull’evento, potete scrivere una e-mail a segreteria@audecon.it o inviare un messaggio Whatsapp al numero 0761 1916425.

AUDECON 2023 è il tuo passaporto per il mondo dell'audiodescrizione: vieni a trovarci a Cinecittà (RM) il 14 novembre 2023!

PATROCINI, MAIN PARTNER E MEDIA PARTNER

AUDECON ha il patrocinio di ANICA, Audio Description Associates, LLC, European Blind Union, Unione Italiana Ciechi, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Roma e ANEC.

Tra i main partner che interverranno all’evento: RaiAccessibilità, Timvision, 01Distribution, Tuscia Film Fest, Radio Magica, Associazione Aniridia, Associazione Disabili Visivi APS-ETS, BLINDSIGHT PROJECT, A.P.R.I. O.D.V. e il Museo Tattile Statale Omero.

AUDECON è reso inoltre possibile anche grazie alla partnership di ACEC, Centro Documentazione Handicap - Cooperativa Accaparlante, Accessibility Days, A.N.S Associazione Nazionale Subvedenti ODV, Festival delle Abilità, Fondazione ASPHI Onlus, Fondazione Paideia, Nuove Tecnologie, Didattica e Bisogni Educativi Speciali, PASSin, Pio Istituto dei Sordi di Milano, ORBOLANDIA.it.

Media partner dell’evento sono Slash Radio Web, Superando.it, Anonima Cinefili e Il Festival Internazionale del Doppiaggio Voci nell'Ombra


CulturAbile sottotitola in tempo reale il Festival "IncluSì" di Paideia

A Torino, dal 1993 esiste una luce di speranza per i bambini con disabilità e le loro famiglie: la Fondazione Paideia.

Questa associazione ha un obiettivo chiaro e nobile, ovvero quello di cercare di migliorare la vita dei giovani con disabilità e delle loro famiglie, offrendo accoglienza, sostegno e momenti felici.

La Fondazione nel tempo è cresciuta e si è sviluppata tanto che, nel 2018, ha raggiunto un grandissimo obiettivo: la costruzione di uno spazio di inclusione quotidiana, il Centro Paideia.

Nel Centro Paideia (una struttura di circa 3000 MQ) è possibile trovare dei servizi di sostegno e riabilitazione per bambini con disabilità ai quali si integrano proposte formative, educative, sportive e di tempo libero per tutte le famiglie della città di Torino.

La Fondazione Paideia lavora costantemente per favorire la nascita e lo sviluppo di occasioni e relazioni che possano essere utili per il benessere dei bambini e di chi si prende cura di loro.

Il programma di "Inclusì"

 

Nella foto, l'apertura del Festival "IncluSì" con il concerto di Carmen Consoli al al Teatro Carignano. (Foto: Fondazione Paideia)
Nella foto, il secondo giorno di attività del Festival, con l'intervento del presidente di Fondazione Paideia Guido Giubergia. Sullo sfondo la sottotitolazione in tempo reale realizzata da CulturAbile (Foto: Fondazione Paideia)
Nella foto, l'intervento di Matteo Saudino, con alle sue spalle i sottotitoli in tempo reale realizzati da CulturAbile. (Foto: Fondazione Paideia)

  

 

 

 

 

 

Una di queste occasioni è stata senza ombra di dubbio “IncluSì”, un festival ideato per celebrare i 30 anni di lavoro della Fondazione Paideia, che si è tenuto dal 14 al 16 di settembre a Torino.

Noi di Culturabile siamo stati felici e onorati di essere stati scelti come sponsor tecnico di questa straordinaria iniziativa progettata per celebrare la diversità e promuovere l'inclusione di bambini con disabilità nelle attività culturali e sociali, grazie a un’ampia gamma di attività e workshop che si sono tenuti nei teatri, nelle piazze e nelle strade di Torino.

CulturAbile, inoltre, ha curato la sottotitolazione in tempo reale dell’evento; seguiteci per restare aggiornati!

Uno degli eventi più importanti nell’ambito di “IncluSì” è stato sicuramente l’intervento di Paolo Ruffini (noto comico, attore e conduttore televisivo italiano) dal titolo “Dal Social al Sociale” che si è tenuto venerdì 15 settembre alle 17:15 presso il Teatro Carignano di Torino.

Nella foto, l'intervento di Paolo Ruffini, con alle spalle i sottotitoli in tempo reale realizzati da CulturAbile. (Foto: Fondazione Paideia)

Ma gli eventi non sono finiti qui qui!

Se volete scoprire tutti gli altri interventi che ci sono stati durante i tre giorni del festival, vi invitiamo a prendere visione del programma, direttamente sul sito di Fondazione Paideia.

Vi ricordiamo che tutti gli eventi che troverete nel programma sono stati sottotitolati in tempo reale da CulturAbile!

Non perdere l'opportunità di partecipare a “IncluSì”: insieme possiamo lavorare per un futuro più inclusivo e promettente per tutti i bambini con disabilità e le loro famiglie.


L'importanza dei sottotitoli

L’IMPORTANZA DEI SOTTOTITOLI

Come tutti sanno, i sottotitoli rivestono un’importanza fondamentale per le persone sorde o ipoudenti.

Esistono diversi motivi per i quali i sottotitoli sono così importanti per questo pubblico, ma tra i più importanti troviamo sicuramente:

  • L’accessibilità dei contenuti multimediali: i sottotitoli permettono di comprendere e seguire un dialogo a prescindere dalla presenza dell’audio;
  • Apprendimento e istruzione: i sottotitoli consentono di poter accedere a notizie, documentari e corsi universitari (come nel caso di Federica Web Learning);

Esistono però dei nuovi elementi che, con lo sviluppo delle nuove tecnologie, stanno ampliando l’importanza dei sottotitoli.

Andiamo a scoprirli!

I SOTTOTITOLI: UN NUOVO METODO DI COMUNICAZIONE

Negli ultimi anni, l’importanza dei sottotitoli è cresciuta in maniera significativa.

Perché si sta verificando questo fenomeno?

La diffusione dei sottotitoli è sicuramente imputabile a più di un fattore!

Uno dei principali motivi per cui i sottotitoli stanno assumendo un’importanza sempre crescente è dato dalla diffusione dei social network che hanno portato a nuove modalità di fruizione dei contenuti multimediali.

Basti pensare alle piattaforme come Instagram, Facebook e TikTok che danno la possibilità agli utenti di creare e condividere contenuti con estrema facilità.

Di contro, questi contenuti presentano spesso una qualità audio scarsa, vengono fruiti in ambienti rumorosi o in cui il volume deve essere ridotto per non disturbare altre persone presenti.

In questo contesto i sottotitoli diventano fondamentali, perché permettono di garantire che il messaggio sia trasmesso in modo chiaro e comprensibile.

Un secondo fattore che ha portato all’aumento dell’importanza dei sottotitoli sta nel fatto che questi possono generare una migliore comprensione e apprezzamento di culture e lingue straniere.

Infatti, nel contesto attuale, spesso i contenuti ai quali si riesce ad avere accesso provengono da tutto il mondo.

I sottotitoli consentono di comprendere meglio i dialetti, come nelle serie televisive “L’amica Geniale” e “Mare Fuori”.

In entrambi i casi, l’aggiunta dei sottotitoli curati da Artis-Project ha permesso anche a chi non comprende il dialetto napoletano di poter usufruire di questi contenuti, valorizzando la storia e la realtà culturale raccontata.

Continuate a seguirci sulla pagina Facebook di CulturAbile per non perdervi nessuna novità legata al mondo dell'accessibilità!